fbpx

Brand ambassador. Chi è, cosa fa e come trovare quello giusto.

Il brand ambassador è una persona scelta dalla marca per promuovere i suoi valori e i suoi prodotti. Il coinvolgimento del brand ambassador fa parte di una strategia ben precisa, che può essere orientata alla brand awareness o alla vendita di uno specifico prodotto o servizio. Il rapporto tra ambassador e brand è solitamente di medio-lungo periodo e prevede una collaborazione retribuita e strutturata.

Brand ambassador cosa fa

Una caratteristica condivisa è la profonda conoscenza della marca e dei suoi prodotti o servizi, che l’ambassador condivide in iniziative promozionali ideate con il Marketing team aziendale e attraverso il più comune passaparola. Può essere una figura sia interna che esterna al brand, con spiccate doti comunicative e ottime conoscenze dei canali presenziati dal pubblico di riferimento del marchio. Molto spesso è proprio il cliente che diventa brand ambassador, come nel caso di Sara Rosso per Nutella, che di sua iniziativa ha dato vita nel 2007 al World Nutella Day.

Perché scegliere un brand ambassador

Hai mai sentito parlare di riprova sociale? Robert Cialdini la inserisce nelle sue 7 leve di persuasione e, a distanza di quasi quarant’anni, rappresentano ancora un pilastro del Marketing.

Wikipedia riassume la riprova sociale così:

“Le persone, in media, tendono a ritenere maggiormente validi i comportamenti e/o le scelte che vengono effettuati da un elevato numero di persone. È il fenomeno psicologico-sociale alla base della diffusione delle “mode”.

In sostanza le persone si fanno influenzare dalle opinioni altrui, ancor di più se la fonte da cui proviene la review è ritenuta autorevole e affidabile. Per un brand questo aspetto relazionale del Marketing rappresenta uno spunto strategico importante, sia in una fase di lancio, sia in una fase di riposizionamento della marca.

I brand ambassador oggi

Con l’avvento dei social network, molti blogger, influencer e creator, sono diventati la scelta principale dei brand trasformandosi in digital ambassador. Il pubblico li ritiene infatti più credibili e reali, proprio perché vicini alle persone comuni per esperienze e background. Gli ambassador appartenenti a queste categorie sono riusciti a costruirsi nel tempo una reputazione positiva nella nicchia di riferimento, grazie alla condivisione degli stessi interessi e valori, in ambito lavorativo o nella vita privata. Così, una blogger super soddisfatta dei suoi ultimi acquisti online può diventare una fashion ambassador, oppure un’amante di tisane biologiche diventa un’ambasciatrice di marca condividendo in rete le sue opinioni sul prodotto.

Differenza tra brand ambassador e influencer

La differenza tra le due figure risiede nella durata della collaborazione.

INFLUENCER

Di solito un influencer stringe relazioni fugaci con i brand, senza legarsi alla marca per lunghi periodi di tempo. È una figura per lo più esterna, che progetta azioni spot e condivide un numero limitato di contenuti, spesso senza esclusiva.

BRAND AMBASSADOR

Il brand ambassador, invece, stringe con la marca una relazione duratura, che può estendersi per diversi mesi o anni. Lavora a stretto contatto con il reparto Marketing ed è parte attiva delle azioni pubblicitarie programmate. Rappresenta la marca nei contesti sia fisici che online e contribuisce ad aumentarne la consapevolezza e il sentiment positivo nel pubblico.

Come trovare il tuo brand ambassador

Fissa innanzitutto degli obiettivi strategici e valuta se è il momento giusto per legare l’immagine del tuo brand a quella di un ambassador. Coltivare una business relation con questa persona sarà molto più impegnativo, ma ne vale la pena se hai l’opportunità di costruire un progetto più complesso, che porterà a risultati senz’altro diversi da una semplice collaborazione spot.

Ma come fare a trovare l’ambassador che fa per te?
Se hai già una buona reputazione online e numerosi clienti che supportano apertamente la tua marca e i tuoi prodotti, puoi selezionare fra di loro delle figure da coinvolgere nel tuo progetto di comunicazione.

Se invece sei agli inizi e hai bisogno di veder crescere l’asticella dell’awareness, puoi selezionare uno o più influencer che condividono i tuoi valori e appartengono alla stessa nicchia dei tuoi potenziali clienti. Ad esempio, se hai un e-commerce di prodotti per la pasticceria, potresti selezionare dei Food Influencer che su Instagram hanno un canale tematico dedicato alla cucina.

Trovare il brand ambassador adatto può sembrarti difficile, ma ci sono strumenti di audit e piattaforme online che possono aiutarti a farlo. Come Jungler, un marketplace as-a-service che ti aiuta a individuare l’influencer in linea con il tuo progetto a costi contenuti.

In questo articolo ti spieghiamo come funziona e se vuoi chiederci un consiglio visita la sezione dedicata su jungler.io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi