fbpx

Vendere abbigliamento online grazie ai Fashion Influencer

Se stai pensando di creare un tuo e-commerce per vendere abbigliamento online o se hai già un marketplace ma sei agli inizi, ti trovi nel posto giusto. Abbiamo creato per te una guida pratica e ricca di consigli, utili a costruire il tuo posizionamento sul web grazie al corretto utilizzo dei canali digitali.

Prima di addentrarci nei cinque punti da seguire per la tua strategia, facciamo un rapido excursus della crescita del settore nell’ultimo anno e del perché possedere un e-commerce di moda oggi può essere la svolta per il tuo business.

Numeri dell’e-commerce moda in Italia nel 2020

Lo scorso anno lo shopping online di capi di abbigliamento, scarpe e accessori ha visto un incremento del 22%, con 3,9 miliardi di euro in più rispetto al 2019 (Fonte: Repubblica.it). La pandemia ha accelerato notevolmente la crescita repentina degli acquisti online, dovuta anche alla chiusura dei negozi fisici per diversi mesi, alla vasta scelta rispetto agli store locali e ai prezzi competitivi. A questi fattori si aggiungono esperienze di acquisto migliorate, soprattutto da mobile, e più vicine alle esigenze delle singole persone, con resi, spesso, gratuiti e consegne in sicurezza.

Un mercato da osservare e da esplorare, considerando che tra gennaio e maggio del 2020 i nuovi consumatori online sono triplicati rispetto allo stesso periodo del 2019 (Fonte: AGI). Ma non solo. La crescita del settore è supportata anche dai nuovi strumenti lanciati dai social media, come Instagram Shopping, che amplificano i touchpoint con i potenziali clienti, e dalla capillarità degli Influencer di moda, che hanno giocato un ruolo importante soprattutto nel lancio di nuovi brand sul mercato italiano come nel caso studio di leggings shapewear che raccontiamo in questo articolo.

Insomma, i numeri sono a favore delle vendite online di abbigliamento. Vediamo, quindi, insieme come rendere il web un alleato vincente per il tuo business.

1. Crea la presenza digitale del tuo e-commerce

Un punto che ha assoluta priorità nella tua lista: per vendere abbigliamento su internet è importante che tu abbia una presenza online strutturata, credibile e strategica. Creare l’e-commerce è solo il primo passo per far decollare il tuo negozio online e non è sufficiente a garantirti visite e acquisti. Immagina di aprire uno store fisico, di cui nessuno conosce l’indirizzo, con una vetrina spoglia, la porta chiusa e le luci spente: nessuno riuscirebbe a trovarlo. Va da sé che bisogna dare attenzione allo store online, tanto quanto a quello fisico, promuovendolo con strumenti utili a raggiungere i tuoi obiettivi e il tuo pubblico, come Facebook, Instagram, Tiktok, YouTube o campagne su Google. Come primo step per vendere online, costruisci i profili social e gli account web del tuo e-commerce, fornisci informazioni sul tuo brand, sui tuoi valori, sui prodotti in vendita e dedica un budget al loro aggiornamento costante.

2. Individua il pubblico a cui vuoi vendere abbigliamento online

Ogni prodotto ha una nicchia interessata: hai già definito la tua? Rispondere sì a questa domanda è importante, perché conoscere le personas e le buyer personas ti aiuta a costruire una strategia online valida ed efficace. La ricerca, i dati e la conoscenza dei bisogni, dei desideri e delle aspirazioni dei clienti sono la ricchezza di ogni azienda come la tua, che ha tanti competitor e deve ritagliarsi una fetta del mercato moda interessata ai tuoi prodotti per specifici valori: dal prezzo più basso, alla sostenibilità nella produzione, al riciclo dei capi usati.

3. Definisci una content strategy

Scelti i canali da presenziare e il pubblico a cui ambire, è arrivato il momento di progettare una strategia di contenuti che sposi i tuoi obiettivi. Oggi gli utenti che navigano online si imbattono in migliaia di foto, video, notizie e messaggi pubblicitari al giorno, per questo, catturare la loro attenzione è diventato sempre più difficile. Per emergere, è importante produrre contenuti originali studiati partendo dalle esigenze e i desideri del pubblico, senza tralasciare l’identità che il brand vuole trasmettere all’esterno. Ad esempio, una strada percorribile sono gli Influencer Generated Content, ovvero contenuti creati sui social network in collaborazione con Influencer, che incontrano il favore degli utenti perché ritenuti veritieri e affidabili.

4. Seleziona i Fashion Influencer con cui collaborare

Definire una strategia per vendere abbigliamento online richiede competenze, ma anche creatività. E in questo gli influencer possono esserti di aiuto. Circa una persona su due, intervistata nella ricerca “Italiani e Influencer” di Buzzoole, InfoValue e Mondadori Media, ha dichiarato di aver acquistato circa due prodotti consigliati da uno o più creator sui social, soprattutto in ambito Fashion, Tech, Beauty e Food. La ricaduta positiva sugli acquisti è dovuta all’autorevolezza che queste figure popolari tra gli utenti sono riuscite a costruirsi nel tempo, con community personali che variano da 1.000 a oltre 1 milione di follower.

Ma come scegliere i creator giusti per il tuo e-commerce di moda? Puoi fare una ricerca sui social in target con il tuo pubblico e già presidiati dal brand, oppure affidarti a tool esterni come Jungler, piattaforma di Influencer Marketing su cui puoi scegliere tra decine di creator selezionati personalmente dal suo team.

5. Crea la campagna di Influencer Marketing per e-commerce abbigliamento e monitora i ricavi

Una volta scelti gli influencer con cui collaborare, è arrivato il momento di creare la tua campagna di Influencer Marketing in base ai tuoi obiettivi. Te ne esponiamo alcuni, per aiutarti a scegliere i più vicini alle tue esigenze:

  • Awareness: conoscenza del brand e dei prodotti in un pubblico vasto ma in target;
  • Lead generation: acquisizione di nuovi contatti in database per finalità commerciali o per creare relazioni che durino nel tempo;
  • Conversioni: vendita dei capi di abbigliamento, grazie a contenuti che rimandano al tuo e-commerce di moda.

Definiti gli obiettivi, è importante scegliere le metriche da monitorare periodicamente per valutare il ROI (ritorno sull’investimento) della campagna e il risultato delle attività di Influencer Marketing.

Vuoi scoprire altri strumenti per vendere abbigliamento online? Leggi l’articolo 3 modi per vendere su Instagram nel 2021 se hai un e-commerce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi