fbpx

Food Influencer: come usarli per promuovere il tuo brand

Sapevi che le collaborazioni con i Food Influencer rappresentano 1 campagna di Influencer Marketing su 5? Questa statistica colloca il Food & Beverage al primo posto tra gli investimenti in Ads delle aziende italiane.

Secondo Extreme, nel 2020 gli argomenti di maggiore interesse nel segmento sono stati: dolci e gelati, verdure, pasta, vino e pesce con oltre 12.000 post pubblicati. Il social più utilizzato per i contenuti sponsorizzati è ancora Instagram, seguito a ruota da TikTok.

reportfoodinfluenceritalia_jungler

Alcuni dati del report Extreme 2020

Perché ti abbiamo mostrato questi dati? Per dirti che una campagna di Food Influencer nel 2021 può portarti ottimi risultati, se strutturata correttamente. Ma se non sai da dove iniziare, leggi i suggerimenti del nostro team.

Come creare una campagna di Food Influencer Marketing

Qualche tempo fa abbiamo condiviso nell’articolo Influencer Marketing per la promozione di un business, 5 consigli concentratissimi e concreti per impostare la tua prima campagna. Leggendolo troverai suggerimenti su come impostare la strategia, quali metriche monitorare e come decidere i budget da investire.

Oggi, invece, ti daremo dei tips per fare in modo che la tua campagna di Influencer Marketing nel Food abbia il successo che meriti, con una guida step by step.

1. Seleziona i food influencer in linea con la tua strategia

1.1 Collabora con Influencer locali o nazionali

Partiamo da una domanda importantissima: “la tua è un’attività che vende solo sul locale oppure commercializza in tutta Italia?”.
Perché la scelta degli influencer cambia e ti spieghiamo perché in questi due specchietti:

Food Influencer per aziende locali

Soprattutto quando si ha un piccolo budget, consigliamo di puntare su creator che abbiano una community composta principalmente da follower del territorio. Ad esempio, un ristorante di Napoli potrà ottenere molte più conversioni collaborando con nano o micro influencer della città, mentre potrebbe avere risultati decisamente più scarsi se si affida ad un influencer con una fanbase concentrata principalmente su Milano.

Food Influencer per aziende nazionali

Se rientri nella categoria, puoi spaziare tra nano influencer e macro influencer che abbiano una community interessata principalmente all’argomento Food & Beverage. Ad esempio, se sei una cantina e hai un e-commerce che garantisce consegne in tutta Italia, un creator verticalizzato sul Wine con una fanbase a livello nazionale può essere la scelta giusta.

1.2 Richiedi report sui loro profili e le collaborazioni precedenti

Prima di affidarti a un influencer, analizza i dati dei suoi canali e chiedigli report sulle collaborazioni realizzate con altre aziende. Ti saranno utili a capire i risultati che potrebbe ottenere e, soprattutto, se può aiutarti a raggiungere gli obiettivi della campagna.

1.3 Valuta più preventivi

Come ogni partnership è bene che tutto venga definitivo in un preventivo: sia le attività e i contenuti che il creator realizzerà, sia il loro costo. Avrai così tutte le informazioni per decidere su quali Food Influencer puntare e quali escludere dalla campagna.

1.4 Scegli gli influencer

Ora puoi fare una scrematura dei candidati e selezionare i Food Influencer italiani con cui sottoscrivere un contratto. Non c’è un limite: il numero di persone da coinvolgere è strettamente proporzionale al tuo budget e ai tuoi obiettivi.

2. Progetta la comunicazione

2.1. Coordina i creator per creare un piano di contenuti

Obiettivi e calendario alla mano, pianifica con gli influencer tutti i contenuti nel periodo di tempo che ti sei prefissato. La campagna può durare un mese, come un anno. Fai in modo che ci siano contenuti sempre nuovi, ingaggianti e visibili in chiaro. Così avrai una comunicazione più capillare ed efficace.

2.2 Fai un set up dei tuoi social network

Dai tuoi profili richiedi le partnership per i branded content, raccomandando gli influencer di esplicitare la collaborazione nei post, nelle Instagram stories e nei reel con i giusti hashtag e le funzioni proprietarie della piattaforma che utilizzeranno.

 2.3 Monitora le attività in calendario

Non dimenticare di verificare che tutto si svolga secondo i piani e gli accordi. Ne vale della tua credibilità e anche dell’efficacia del progetto!

3. Elabora un report finale

Al termine del contratto, chiedi all’influencer di fornirti i dati che ti consentiranno di valutare il ROI della campagna. Fai un match tra i dati dell’influencer, i dati dei tuoi social e gli analytics del tuo sito. Solo in questo modo potrai davvero verificare se l’obiettivo è stato raggiunto.

Ora che hai visto come usare i Food Influencer per promuovere la tua azienda, ti sveliamo che puoi realizzare una campagna che tiene conto di tutti i punti in soli 5 minuti. Come? Registrandoti su Jungler.io e caricando tutte le informazioni sulla campagna che vorresti lanciare.

Grazie al nostro algoritmo, riceverai in automatico i profili di Food Influencer in linea con la tua strategia di comunicazione, con i loro dati statistici da consultare e i preventivi per il tuo progetto. Il tutto garantito dal nostro team.

Buon lavoro! 😉 Ti aspettiamo su Jungler.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi