fbpx

Obiettivi, KPI, formule e tool per calcolare il ROI di una campagna di Influencer Marketing

Il Roi, o ritorno sull’investimento, è un metro di misura del successo o dell’insuccesso di un investimento in qualsiasi settore. Con l’avvento dei social media è diventato un termometro delle attività di brand e aziende e si è esteso anche all’ambito dell’Influencer Marketing, in cui c’è ancora molta difficoltà nel tracciamento dei risultati.

Secondo il Benchmark Report 2021 di Influencer Marketing Hub, solo il 67% delle aziende misura il ROI, mentre il restante il 33% ha difficoltà a comprendere come e se le campagne di Influencer Marketing hanno impattato sul business. Una causa potrebbe essere la mancanza di strumenti adeguati, l’assenza di KPI definiti e obiettivi poco chiari, senza i quali è difficile effettuare calcoli ponderati.

Se sei nel 33%, ecco per te una guida semplice che ti aiuterà a capire come si calcola il ROI partendo dalla sua definizione.

Che cos’è il ROI

ROI è l’abbreviazione di Return of Investment. In finanza è una metrica usata per valutare la redditività degli investimenti. Nel caso dell’Influencer Marketing, si tratta del budget investito in campagne che coinvolgono influencer e content creator. Come ogni investimento, le campagne dovrebbero generare un profitto nel tempo, che può trasformarsi in capillare conoscenza del brand, un numero X di vendite o il raddoppio delle visite al sito web. Questo dipende dagli obiettivi dell’azienda e li vedremo tra poco.

Per calcolare il ROI dell’Influencer Marketing parti da obiettivi chiari

Il titolo del paragrafo è una premessa necessaria. Per poter calcolare un ritorno sull’investimento, bisogna innanzitutto definire gli obiettivi delle campagne di Influencer Marketing. In genere, possiamo riassumerli in tre categorie:

Brand awareness

È l’obiettivo dei brand che vogliono aumentare la propria visibilità e coltivare potenziali clienti nel medio-lungo periodo. I risultati che si possono ottenere sono:

  • aumento della fanbase social;
  • like, commenti e condivisioni dei social post;
  • aumento delle conversazioni online sul brand;
  • impression e visualizzazioni dei profili social.

Visite al sito web

Un obiettivo utile per i brand che vogliono condividere più informazioni su di sé, sui prodotti, sulle politiche di vendita, sulle iniziative commerciali e non solo. In questo caso, alcuni esempi di risultati sono:

  • aumento delle visite al sito dai social media;
  • aumento dei nuovi visitatori;
  • aumento dei visitatori di ritorno;
  • aumento del tempo di permanenza sul sito.

Conversioni

L’obiettivo più ambito, soprattutto quando si parla di Influencer Marketing. Le conversioni possono essere intese come:

  • vendite di prodotti sull’e-commerce;
  • raccolta di nuovi contatti in database;
  • iscrizioni a una newsletter;
  • iscrizioni a corsi di formazione;
  • aggiunte al carrello.

E molto altro, in base alle esigenze dell’azienda, al suo storico e al suo settore merceologico.

Una volta definiti gli obiettivi, scegli i KPI con cui monitorarli

Solo i dati possono dirci se un obiettivo è stato davvero raggiunto. Per sapere quali dati leggere e come leggerli, vengono in nostro soccorso i KPI, indicatori di performance, che ci aiutano a capire se stiamo facendo dei passi in avanti oppure se abbiamo messo la retromarcia. Eccone alcuni divisi per obiettivi:

KPI per la brand awareness

Per sapere se il brand sta avendo più attenzione da parte del pubblico target che abbiamo individuato, possiamo monitorare:

  • numero di impression giornaliere/settimanali/mensili;
  • numero di condivisioni, like, commenti, interazioni e salvataggi;
  • numero di menzioni giornaliere/settimanali/mensili;
  • numero di clic su post e profili, numero di swipe up nelle stories;
  • numero di visite al sito.

KPI per le visite al sito

In questo caso, Google Analytics e Google Search Console sono due alleati a cui ricorrere dal primo minuto. Grazie alle metriche fornite dalle piattaforme possiamo monitorare:

  • fonti di traffico, per esempio social o motori di ricerca;
  • dispositivi utilizzati dai visitatori;
  • numero di visitatori giornalieri/settimanali/mensili;
  • percorsi di navigazione;
  • frequenza di rimbalzo di specifiche pagine.

Un elenco esaustivo dipende molto dalla tipologia di sito. Se si tratta di landing page, sito vetrina oppure un e-commerce cambiano le regole del gioco e anche i KPI.

KPI per le conversioni

Anche qui i KPI dipendono molto dall’azienda, dal sito e dagli obiettivi. In generale, i principali indicatori sono:

  • numero di messaggi e richieste di informazioni ricevuti;
  • numero di contatti acquisiti;
  • numero di transazioni effettuate;
  • numero di iscrizioni a programmi in abbonamento;
  • ecc.

I KPI possono dipendere e variare anche in base a: tempo, budget, canali, tool utilizzati. Ecco perché è importante sceglierli tenendo conto solo del proprio progetto.

Come calcolare il ROI: le formule e i tool

Arriviamo al dunque e vediamo insieme i modi per calcolare in concreto il ROI e fare un bilancio degli investimenti fatti.

Calcolo manuale del ROI nell’Influencer Marketing

Se sei agli inizi o se sei affezionato a carta e penna, ecco alcune formule da utilizzare per calcolare il Return of investment delle tue campagne di influencer marketing:

Campagna di Brand Awareness

  • Engagement rate: commenti ai post + condivisioni / numero dei follower

Campagna per visite al sito web

  • Conversion rate: numero di visite al sito web / n° di conversioni
  • Conversione rate 2: numero di utenti che hanno visitato il sito web / n° di conversioni

Campagna per conversioni

  • Costo per ordine: costo dell’influencer / numero di ordini che ha generato
  • Costo per ordine 2: costo dell’advertising / numero ordini generato
  • Profitti o perdite: guadagno per ordine / costo per ordine

Calcolo del ROI nell’Influencer Marketing tramite tool

Se, invece, preferisci automatizzare i calcoli del ROI, puoi provare strumenti online gratuiti come calculator.net, calcolo.online o cleartax.in. Sono tool utilizzabili per monitorare qualsiasi investimento, soprattutto se si protrae nel lungo termine.

C’è una strada ancora più semplice dei tool e della carta e penna. Per automatizzare la gestione dei budget e delle campagne di Influencer Marketing, puoi affidarti a piattaforme come Jungler, con cui definire il budget, monitorare l’andamento delle attività di marketing in diretta e ricevere un report dettagliato della campagna.

Scopri come visitando jungler.io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi