fbpx

Content Marketing | Guida per le aziende – Livello starter

Il Content Marketing, spesso abbreviato in Content Mktg, è una tecnica di Marketing che mira ad attrarre le persone grazie a contenuti di valore. Il suo taglio è narrativo e informativo, con l’obiettivo di tessere relazioni e conversazioni con i pubblici di riferimento. In Italia se ne parla da pochi anni, ma ha già permeato la comunicazione della maggior parte dei marchi, soprattutto online, diventando tra gli approcci più efficaci per i professionisti e le aziende.

Il Marketing dei contenuti che racconta e converte

Il Content Marketing occupa il polo opposto rispetto al vecchio Marketing push, diventato troppo invasivo per i prospect, ormai abituati a surfare tra social e Google alla ricerca del prodotto migliore per sé. Il Content Marketing si trova proprio nel limbo che divide le ricerche informative e le ricerche transazionali: quando l’utente si imbatte in contenuti di qualità, si avvicina volontariamente all’azienda (logica pull) per il puro senso di scoperta e, magari, successivamente anche di acquisto.

In questo contesto, il contenuto è efficace quando trasmette un valore per chi legge o ascolta. Larry Page, fondatore di Google, ha saggiamente detto: “Dai sempre più di quello che si aspettano”. Il Content Marketing si basa proprio su questo principio: è un metodo che richiede impegno, ma che ripaga nel lungo periodo più di qualsiasi altro.

I formati del Content Marketing

Il Content Marketing mira principalmente a tre obiettivi: conoscenza del brand, autorevolezza e passaparola. Rispetto alla comunicazione pre-digitale, oggi le aziende hanno tanti formati multimediali tra cui scegliere: se prima la carta stampata, la tv e la radio erano gli unici mezzi utilizzati per la promozione, nel 2021 non mancano di certo gli strumenti per rendere reali le idee più creative.

E così, grazie alla democratizzazione delle tecnologie, siamo passati da contenuti prevalentemente commerciali e autocelebrativi, inviati unilateralmente a un pubblico inerme, a contenuti in cui l’esperienza del cliente viene messa al centro della narrazione. Gli strilloni pubblicitari hanno lasciato spazio alle storie, che incontriamo ogni giorno senza nemmeno rendercene conto. Le attraversiamo, le leggiamo, le condividiamo. Sono parte integrante della nostra vita privata e lavorativa proprio tramite i vari contenuti condivisi in rete, che si servono di formati diversi e complementari, come:
– Fotografie 
– Video 
– Tutorial 
– Articoli di blog
– Newsletter 
– Freebie (contenuti di valore rilasciati gratuitamente in cambio di un’azione)
– Infografiche
– Landing page
– Podcast.
Questi sono solo alcuni e con l’evolversi dei canali l’elenco continua costantemente ad aggiornarsi. Per sperimentarli è importante conoscerli e studiarli, così da mixare creatività, linguaggi e messaggi nel modo più giusto per gli utenti e per te.

Come applicare il Content Marketing alla tua azienda

Prima di lanciarti in quest’avventura, è importante svolgere un’analisi preliminare del pubblico, dei competitor e del mercato. I costi pubblicitari e di comunicazione accessibili anche alle micro-imprese hanno notevolmente aumentato la competizione online. Non basta più essere creativi o “leader del settore”.

È necessario distinguersi creando i contenuti di cui il pubblico desidera fruire e puoi farlo seguendo questi step:

Ri-scrivi la tua narrazione di brand

Parti dalla tua eredità come azienda, trova l’elemento distintivo della tua storia, raccogli materiali del passato che la valorizzino. Ti saranno utili per dare il la alla nuova narrazione.

Condividi lo stesso codice linguistico del tuo pubblico

Studia il tuo pubblico, analizza il suo slang, scopri quali sono i canali in cui puoi incrociarlo e quali sono i contenuti di maggiore successo. Per esempio, se i tuoi potenziali utenti sono assidui fruitori di video, perché continuare a produrre soltanto fotografie?

Pensa a come il tuo brand e i tuoi prodotti possono migliorare la vita degli altri

Racconta indirettamente il motivo per cui dovrebbero sceglierti, mostra l’utilizzo del prodotto e in che modo ha impattato positivamente sulla vita delle persone. Fornisci consigli utili per il tuo pubblico, di quelli che fanno esclamare: “Oh, ma guarda, non lo sapevo!”

Pianifica e progetta

Organizza un piano editoriale e un calendario editoriale. Il primo, in cui tracci delle linee guida della tipologia di contenuti che realizzerai, il secondo che detta i contenuti specifici da mettere a calendario. Questi due strumenti ti consentiranno di monitorare la tua content strategy e di non navigare nel buio.

Think different

Pensa fuori dagli schemi, con un occhio sempre teso all’innovazione. Per esempio, potresti ingaggiare influencer per produrre contenuti utili al tuo e al loro pubblico (una piattaforma che può darti supporto in questo è Jungler) o essere un pioniere di un nuovo social media, come è accaduto pochi mesi fa con Clubhouse.

È arrivato il momento di mettersi all’opera 💪🏻

Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi